ACCETTO
NEGO
Ai sensi del regolamento (UE) n.2016/679 (GDPR), ti informiamo che per offrirti un'esperienza di navigazione sempre migliore questo sito utilizza cookie propri e anche cookie di partner selezionati.
Se vuoi saperne di più ti invitiamo a leggere la nostra informativa sulla privacy e anche la nostra cookie policy. Troverai anche le istruzioni per modificare i tuoi consensi.
PRIVACY POLICY COOKIE POLICY
NOTE PER LA PRIVACY: nel momento in cui manderete dati personali attraverso i contatti e/o moduli di contatto su questo sito, questi dati verranno trattati come descritto nella Privacy Policy.
NOTE PER I COOKIE: Non è possibile disabilitare i cookie tecnici ma soltanto cookie di profilazione.
Premendo ACCETTO vengono abilitati tutti i cookie.
Premendo NEGO i cookie di profilazione vengono bloccati. Ti informiamo che negando i cookie di profilazione alcune parti importanti del sito potrebbero non funzionare. Premendo sul pulsante NEGO i cookie di profilazione precedentemente installati su questo dominio verranno cancellati, mentre per l'eliminazione dei cookie di profilazione salvati su domini esterni occorre richiedere la revoca ai titolari di tali domini mediante gli appositi link inseriti nella cookie policy.

Chiudi close popup

Scopri l'app RivieraEventi su Google Assistant Google Assistant Riviera Eventi

puls torna su
calendario

In caso di maltempo le date e gli orari degli eventi potranno subire variazioni

Festival Internazionale di Musica da Camera

 

    Venerdi 17 Luglio 2020

    Cervo

    Apri la mappa - Vai a Google Maps

    ore 21.30

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA DA CAMERA DI CERVO:
È SALVA LA 57ª EDIZIONE SUL SAGRATO DEI CORALLINI

Concerti anche in forma “doppia” nella stessa serata
per l’estate magica del borgo
L’edizione numero 57 del Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo si farà, nonostante tutto. Tiriamo un sospiro di sollievo.

La manifestazione, che dal 1964 si tiene sul magico Sagrato dei Corallini, si prepara alla partenza il prossimo mese di luglio, anche se in forma “ridotta”, a causa dell’emergenza sanitaria da Covid19 che ha sconvolto i piani previsti e organizzati già da mesi. Al centro, naturalmente, la questione Sicurezza: la tutela del pubblico, prima di tutto, che potrà accedere alla storica piazza e assistere ai concerti nelle condizioni previste dalla legge, ma anche di chi lavora, degli artisti e di tutto il personale tecnico e amministrativo coinvolto nell’organizzazione del Festival.

“Stiamo elaborando un idoneo protocollo di sicurezza che rispetti appieno le disposizioni governative in materia – dichiara il Sindaco Lina Cha - e, in un momento così delicato per il settore dello Spettacolo, siamo felici di poter supportare i lavoratori coinvolti in questa decennale e amatissima manifestazione, uno dei fiori all’occhiello del nostro borgo. È un grosso impegno in termini di risorse, visto che abbiamo avuto tra le altre priorità l’istituzione di un fondo di solidarietà per i residenti; ma siamo convinti che tutti – cittadini, turisti, pubblico – abbiano un forte bisogno anche di normalità, di certezza, di…Bellezza. Ecco, siamo pronti a regalare ancora qualche sogno sotto la luna che rischiara il nostro magico Sagrato”.



Segnale importante dal Comune di Cervo, che ha sempre avuto un occhio di riguardo per la Cultura, riservandole il giusto peso nella vita dei cittadini.

Ecco quindi pronto un cartellone fatto di undici serate e diciassette appuntamenti (alcuni saranno proposti in forma “doppia”, con due repliche a orario distanziato) con inizio il 17 di luglio e conclusione il 28 di agosto.

57° Festival Internazionale di Musica da camera di Cervo – anno 2020
dal 17 luglio al 28 agosto 2020

Venerdì 17 luglio 2020 ore 21.30
Cervo Piazza dei Corallini
Tra rigore e libertà - Un viaggio nel tempo attraverso Studi, Improvvisi e Fantasie per pianoforte
Terzo concerto del ciclo triennale
In collaborazione con Concorso pianistico “Géza Anda” di Zurigo

Pietro De Maria – pianoforte

L.v. Beethoven Sonata quasi una Fantasia in Do diesis minore op. 27 n° 2 “Al chiaro di luna”
1. Adagio sostenuto
2. Allegretto
3. Presto agitato

F. Chopin Mazurca op. 67 n° 4 in La minore 
Mazurca op. 24 n° 2 in Do maggiore
Mazurca op. 63 n° 3 in Do diesis minore 
Ballata n° 1 in Sol minore op. 23
Notturno op. 55 n° 2 in Mi bemolle maggiore
Scherzo n° 2 op. 31 in Si bemolle minore 

F. Liszt Da Soirées de Vienne, 9 Valses-Caprices d'après Schubert n° 6 in la minore
Dalle Années de Pèlerinage, Deuxième Année – Italie Sonetto 104 del Petrarca
Da Grandes Etudes de Paganini, S141 n° 3 in sol diesis minore ("La Campanella")

Pietro De Maria
Dopo aver vinto il Premio della Critica al Concorso Tchaikovsky di Mosca nel 1990, Pietro De Maria ha ricevuto il Primo Premio al Concorso Internazionale Dino Ciani di Milano (1990), al Géza Anda di Zurigo (1994).
Nel 1997 gli è stato assegnato il Premio Mendelssohn ad Amburgo. La sua intensa attività concertistica lo vede solista con prestigiose orchestre e con direttori quali Roberto Abbado, Gary Bertini, Myung-Whun Chung, Vladimir Fedoseyev, Daniele Gatti, Alan Gilbert, Eliahu Inbal, Marek Janowski, Ton Koopman, Michele Mariotti, Ingo Metzmacher, Gianandrea Noseda, Corrado Rovaris, Yutaka Sado, Sándor Végh.
Nato a Venezia nel 1967, De Maria ha iniziato lo studio del pianoforte con Giorgio Vianello e si è diplomato sotto la guida di Gino Gorini al Conservatorio della sua città, perfezionandosi successivamente con Maria Tipo al Conservatorio di Ginevra, dove ha conseguito nel 1988 il Premier Prix de Virtuosité con distinzione.
Il suo repertorio spazia da Bach a Ligeti ed è il primo pianista italiano ad aver eseguito pubblicamente l'integrale delle opere di Chopin in sei concerti. Recentemente ha realizzato un progetto bachiano, eseguendo i due libri del Clavicembalo ben temperato e le Variazioni Goldberg.
Ha registrato l'integrale delle opere di Chopin, il Clavicembalo ben temperato e le Variazioni Goldberg per DECCA, ricevendo importanti riconoscimenti dalla critica specializzata, tra cui Diapason, International Piano, MusicWeb-International e Pianiste. Ha inciso inoltre le tre Sonate op. 40 di Clementi per l'etichetta Naxos, un recital registrato dal vivo al Miami International Piano Festival per la VAI Audio, l'integrale delle opere di Beethoven per violoncello e pianoforte con Enrico Dindo per la Decca e un CD con opere di Fano per Brilliant Classics.
Pietro De Maria è Accademico di Santa Cecilia e insegna al Mozarteum di Salisburgo. È nel team di docenti del progetto La Scuola di Maria Tipo organizzato dall’Accademia di Musica di Pinerolo.



Apri la mappa - Vai a Google Maps